E’ passato al Padre Jesus Serrat catechista itinerante

Abbiamo ricevuto e volentieri pubblichiamo questa lettera di saluto al catechista Jesus Serrat, itinerante a Salamanca. Ringraziamo David per la segnalazione.

Venerdì scorso 13 luglio è passato al Padre Jesus Serrat, catechista itinerante della zona Nord-Ovest della Spagna, era in équipe insieme con Mariví Gorostiza e il presbitero don Antonio Riquelme.

Jesús Serrat era di professione ingeniere, quando nel anno 1973, confidando nel Signore, lasciò casa, lavoro e famiglia per mettersi al servizio della Chiesa e della evangelizzaizone come catechista itinerante del Cammino Neocatecumenale. Gli iniziatori del Cammino gli affidarono, come terra di missione, la zona nord-ovest della Spagna dove la città di Salamanca ebbe l’onore di essere la terra dove diede la sua prima catechesi. Da allora, Jesús ha dedicato interamente la sua vita all’annuncio del Vangelo, nel portare agli uomini la buona notizia del Kerygma in quelle parrocchie dove il parroco è stato aperto a che i suoi fedeli realizzassero questo catecumenato post-battismale raccomandato vivamente da Papa Giovanni Paolo II (Epist.Ogniqualvolta).

Con una salute debole e un corpo tremendamente fragile, mai lo si udì lamentarsi, né ribellarsi contro la volontà di Dio. Il Signore lo aiutò sempre a mantenersi fedele a Lui, lo sostenne nella debolezza, come sussurrandogli: “Ti basta la mia grazia, la mia forza si manifesta nella debolezza”. Negli ultimi anni, man mano che la malattia colpiva duramente il suo corpo, lo spirito si rafforzava, cresceva in umiltà, delicatezza e misericordia preparandosi  all’incontro definitivo con il Signore. Sempre disposto ad ascoltare, con infinita pazienza e misericordia per chi gli chiedeva una parola da parte di Dio, dava sempre una parola condita con la sapienza della fede. Predicò senza sosta a Salamanca, Zamora, Avila, León, Burgos, Oviedo,  nella Cantabria, nelle Asturie e nella Galizia…

Grazie alla sua disponibilità a perdere e spendere la sua vita, insieme con Mariví Gorostiza e don Antonio Riquelme, è stato possibile aprire quell’itinerario di iniziazione cristiana ed educazione permanente della fede che è il Cammino Neocatecumenale, in molte parrocchie di numerose diocesi. Tutte queste hanno con lui un debito permanente che solo il Signore potrà ripagare. Oggi abbiamo saputo, con sorpresa e gioia, la sua ultima volontà fu che il suo corpo fosse sepolto a Salamanca, dove diede la sua prima catechesi. Sarà un immenso onore per questa diocesi, accogliere le spoglie di un uomo che ha dato testimonianza al Signore e che è stato strumento di Dio per chiamare migliaia di persone alla conversione.

Caro Jesus: hai combattuto la buona battaglia, hai raggiunto la meta, hai mantenuto la Fede (2ª Tim. 4, 7). Riposa in pace, attendici in cielo ed intercedi per noi. Non ti dimenticheremo mai.

Lourdes Ruano

Salamanca

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × cinque =