Anche Radio Vaticana parla dell’incontro a Napoli con Kiko Arguello

Nel pomeriggio di domani, solennità dell’Ascensione, oltre 30.000 giovani del Cammino Neocatecumenale si riuniranno a Napoli in Piazza del Plebiscito, per un incontro con gli iniziatori del Cammino, Kiko Argüello e Carmen Hernández, accompagnati da don Mario Pezzi, sotto la presidenza del cardinale Crescenzio Sepe e con la partecipazione di altri presuli della Campania.

I giovani provengono da tutto il Centro-Sud Italia, con rappresentanze da altri Paesi dell’Europa (Croazia, Germania, Francia, Belgio, Lussemburgo, Albania e Malta). E’ un evento squisitamente religioso, fatto di canti, di ascolto della Parola di Dio, dell’annuncio della Buona Notizia del Vangelo, fatto da Kiko e dalla predicazione del cardinale Sepe. Durante l’incontro Kiko farà una chiamata vocazionale: metterà cioè i giovani davanti al mistero dell’amore di Dio, che li ha voluti, li ha creati singolarmente con una vocazione e una missione personale.

Kiko chiederà se tra i presenti ci sono alcuni che sentono la chiamata a dare la propria vita a Cristo ed essere formati come presbiteri, a servizio della Chiesa; se ci sono ragazze che sentono di offrire la propria vita consacrandola a Dio. I 30.000 giovani, che animeranno il pomeriggio di domani, fanno tutti parte di Comunità neocatecumenali dove, in un cammino di iniziazione cristiana, stanno scoprendo tutta la bellezza e la ricchezza del proprio battesimo, della propria fede cristiana, tutta la gioia di sentirsi figli di Dio oggi. E’ il frutto di un lavoro pastorale che procede nella direzione giusta: il Cammino Neocatecumenale ha sostenuto e sostiene la famiglia all’interno di una comunità cristiana, la quale riscopre la propria fede.

In questo modo la famiglia risponde al dono e alla bellezza della fede, aprendosi alla vita con coraggio e questa apertura alla vita salva la Chiesa e la società di oggi. Il Cammino Neocatecumenale, frutto della riscoperta del catecumenato fatta dal Concilio Vaticano II, è iniziato in Campania nel 1974, ed è presente in quasi 200 parrocchie, con oltre 650 comunità (40 parrocchie e 200 comunità nella sola Diocesi di Napoli). E’ stato riconosciuto dalla Chiesa come “un itinerario di formazione cattolica, valida per la società e i tempi odierni” (Giovanni Paolo II), ed è una “modalità di attuazione diocesana dell’iniziazione cristiana e dell’educazione permanente della fede”, come afferma lo Statuto del Cammino, approvato definitivamente dalla Santa Sede nel 2008.

La presenza di tanti giovani provenienti da diversi paesi dell’Europa, accolti in un luogo così significativo come Piazza del Plebiscito, davanti ad un’Europa che invecchia e perde i suoi valori è un grido di speranza: Cristo dà senso vero e pieno alla vita dell’uomo; solo così questi uomini nuovi costruiscono una società nuova, che guarda avanti con fiducia. E’ un contributo che il Cammino dà alla nuova evangelizzazione. Le Parrocchie che lo accolgono e che lo fanno secondo le indicazioni volute dalla Santa Sede ed approvate nello Statuto, senza decurtazioni o interpretazioni personali, riscoprono in esso uno strumento prezioso, certamente non unico, per ravvivarle e renderle veri centri di fede, vere sorgenti di vocazioni.

La Parrocchia, perché il Cammino “è una modalità diocesana di iniziazione cristiana”, riscopre un “dono di Dio per la sua Chiesa” (Benedetto XVI) per rianimare la sua missione. Le comunità non sono dei gruppi “in più” nella Parrocchia. Sono una risposta al processo di secolarizzazione in atto oggi nel mondo. Il Beato Giovanni Paolo II lo ha detto espressamente: “In una società secolarizzata come la nostra, dove dilaga l’indifferenza religiosa e molte persone vivono come se Dio non ci fosse, sono in tanti ad avere bisogno di una nuova scoperta dei sacramenti dell’iniziazione cristiana, specialmente di quello del battesimo. Il Cammino è senz’altro una delle risposte provvidenziali a questa urgente necessità”.

(Da Napoli, don Ezechiele Pasotti)

fonte: http://www.oecumene.radiovaticana.org/it1/Articolo.asp?c=589244

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone
7 comments on “Anche Radio Vaticana parla dell’incontro a Napoli con Kiko Arguello
  1. Aqui do Brasil, desejo que este encontro seja pleno do Espirito Santo que Ele conduza e trasnforme a vida destes jovens e a quantos, sentirem a presença de Deus.
    A Paz de Cristo , Ressorto!!

    Esperamos todos 2013, na GMJ até breve.

  2. le telecamere c’erano cmq…
    quelle fisse non so di ki fossero, ero distante, ma tornando abbiamo visto nella piazzetta davanti all’ingresso della galleria vittorio emanuele il furgoncino di skytg24 e la postazione da dove aveva fatto le dirette…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 2 =