Tesi di dottorato su Cammino Neocatecumenale e Rinnovamento nello Spirito

Segnaliamo che all’Università di Padova è stata scritta una tesi di dottorato dal titolo

Corpi ed anime tra il visibile e l’invisibile.

Studio sulle differenziazioni del cattolicesimo contemporaneo. Pratiche rituali a confronto. Cammino Neocatecumenale e Rinnovamento nello Spirito: i due casi di studio.

Riportiamo un estratto del testo

Al di là dei grandi numeri e delle descrizioni estensive che le statistiche ci offrono per cercare di dare una rappresentazione della situazione in cui si trova la dimensione della pratica cattolica oggi in Italia, con questa ricerca si vogliono approfondire e comprendere più da vicino – mediante l’utilizzo di metodi d’indagine di tipo qualitativo (come l’osservazione dell’ethnos e la raccolta di interviste in profondità) – alcune delle principali pratiche rituali che si svolgono all’interno di due movimenti laicali di risveglio-rinnovamento religioso: il Cammino Neocatecumenale, nato in Spagna nel 1964 e il Rinnovamento nello Spirito, sorto invece in America nel 1967. Entrambe poi naturalizzati in Italia, a seguito di specifici e articolati percorsi di riconoscimento che ne legittimassero l’origine e la natura cattolica, questi movimenti sono arrivati oggi a diffondersi nel tessuto connettivo del cattolicesimo post-conciliare italiano, fino a raccogliere tra le loro fila già diverse migliaia di persone. La scelta è ricaduta su queste due realtà poiché, più di altre, si caratterizzano proprio per la particolarità dei loro stili liturgico-rituali. Ma in cosa consistono le differenze di cui sono portatrici? E che diversi effetti producono nella costruzione dei sistemi simbolici di riferimento di chi vi partecipa? Gli studi sociologici, soprattutto empirici, compiuti su tali contesti e con particolare riferimento alla dimensione rituale, sono ad oggi ancora molto pochi. Pertanto, a partire da una ricostruzione – su base comparativa – del senso che gli attori sociali coinvolti attribuiscono alla loro esperienza, si è voluto indagare su quali aspetti si apre concretamente la forbice della differenziazione tra modelli rituali diversi e, quindi, tra diversi modelli di chiesa, all’interno della chiesa stessa.

 

Maggiori dettagli sono disponibili a questo link http://paduaresearch.cab.unipd.it/3992/.

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 − 4 =