Più di 300 pellegrini del Medio Oriente arriveranno a Valencia e annunzieranno in arabo la GMG ai viandanti.

Un totale di 360 pellegrini, provenienti dal Medio Oriente, arriverà a Valencia questo mese di agosto per partecipare al “Giorni in Diocesi”, prima della Giornata Mondiale della Gioventù (GMG).

I giovani si recheranno, dall’11 al 13 agosto, per le strade della città “per offrire una testimonianza cristiana in lingua araba e annunciare la GMG”, come pubblicato dal settimanale “PARAUL” nel suo ultimo numero.

Allo stesso tempo, i giovani parteciperanno a diverse celebrazioni religiose a Valencia in preparazione alla GMG, che si celebrerà a Madrid dal 16-21 agosto.

I pellegrini, da Israele, Palestina, Giordania, Iraq e Cipro, saranno accolti nelle case delle famiglie delle parrocchie di San Domenico Savio, dell’Epifania del Signore, di San Tommaso, San Giuseppe di Calasanzio, Nostra Signora del Soccorso e San Francesco Javier .

I pellegrini saranno divisi a coppie e andranno per le strade di Ruzafa, il giorno 12, offrendo la loro testimonianza cristiana ai viandanti che vorranno ascoltarli. I giovani, la cui lingua madre, nella maggior parte dei casi, è l’arabo, sperano di condividere la loro esperienza di fede anche con i musulmani “, dato che ci sono un gran numero di fedeli che professano l’Islam”, come dice PARAUL.

Il giorno successivo, intraprenderanno viaggi in autobus per visitare altre città spagnole come Murcia, Granada, Siviglia, Cordoba e Ceuta, dove daranno anche la loro testimonianza cristiana per le strade. Completato questo itinerario, andranno a Madrid per partecipare alle celebrazioni della Giornata Mondiale della Gioventù presieduta da Benedetto XVI.

Tra i pellegrini, che appartengono al Cammino Neocatecumenale e hanno un’età media di 30 anni, ci sono alcuni sacerdoti e coppie, così come gli studenti del seminario “Redemptoris Mater” di Galilea. Il gruppo  sarà guidato dal sacerdote italiano Dino Rossi, responsabile del centro internazionale del Cammino “Domus Galilelae” in Israele, che ha visitato Valencia, un anno fa, per preparare la visita. Don Rossi ha scelto la città di Valencia come parte dell’itinerario per la Spagna, tra gli altri motivi, per la figura del suo patrono S. Vincenzo Martire e la sua “straordinaria testimonianza di fede”.

 

Fonte: http://www.camineo.info/news/153/ARTICLE/16208/2011-08-01.html

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × cinque =