La GMG terminerà con una grande festa a Cuatro Vientos

La Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) di Madrid terminerà nel fine settimana del 20-21 agosto con una grande festa. Lo scenario sarà l’aerodromo di Cuatro Vientos, una base aerea la cui estensione – che equivale a 48 stadi di calcio – permetterà di accogliere più di un milione di persone, numero previsto per l’incontro con Papa Benedetto XVI. L’aerodromo aprirà le sue porte sabato 20 alle 12.00 per accogliere i giovani che inizieranno ad arrivare per partecipare alla celebrazione finale della GMG. Dalle 14.00 comincerà l’animazione dello scenario principale, in fase di costruzione sul posto.Nel corso del pomeriggio, un’équipe di più di 20 giovani animerà l’attesa delle migliaia di pellegrini che incontreranno il Papa a Madrid. I presenti potranno assistere alle esibizioni musicali dei vincitori del concorso “Madrid mi incanta” e di altri gruppi giunti da tutto il mondo. Prima dell’arrivo del Papa sarà realizzato un flashmob moltitudinario al quale parteciperanno oltre 100.000 persone.

Dopo gli atti del sabato, i giovani passeranno la notte nell’aerodromo. Vicino al luogo in cui dormiranno saranno allestite 17 postazioni per l’adorazione eucaristica, in cui i partecipanti potranno continuare la veglia. Il giorno dopo avrà luogo la Messa di chiusura della Giornata, anch’essa presieduta da Papa Benedetto XVI e alla quale parteciperanno il Coro e l’Orchestra Sinfonica della GMG.

Al termine della celebrazione, com’è tradizione, il Pontefice renderà nota la sede in cui si svolgerà la prossima Giornata Mondiale della Gioventù.

A poco più di un mese dal grande evento, i preparativi nell’aerodromo di Cuatro Vientos procedono con un buon ritmo. Eva Hernández, direttrice delle Infrastrutture della GMG, ha sottolineato che “la priorità è garantire la sicurezza dei partecipanti” e ha segnalato l’assistenza che verrà prestata alle persone portatrici di handicap che assisteranno alla Giornata, che potranno contare su due aree speciali, una per persone con handicap intellettivi e fisici e l’altra per quanti hanno handicap uditivi e visivi.

L’Ufficio per le Analisi Demoscopiche (GAD) ha presentato i risultati di un’indagine compiuta tra più di 1.800 giovani, i cui risultati mostrano il profilo del partecipante alla Giornata.

La maggior parte degli interpellati ha meno di 30 anni, e per 9 ragazzi su 10 la GMG “è un’esperienza che trasforma la vita”.

Fonte: http://www.zenit.org/article-27364?l=italian

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 5 =