Kiko Argüello sulla Giornata Mondiale della Gioventù: “I giovani oggi hanno bisogno di una parola di vita e di verità”

Riportiamo una intervista a Kiko fatta prima della GMG di Madrid

E ‘la terza volta che Benedetto XVI arriva in Spagna. Sembra avere un amore speciale per il nostro paese. Perché è così importante la visita del Papa?

La visita di Papa Benedetto XVI è un vero evento. Questo è un dettaglio dell’amore di Dio in Spagna. I giovani hanno bisogno di una parola di vita che aiuti i giovani a vivere nella verità. I giovani hanno bisogno di vivere nella verità e non una vita senza senso. E’ necessario che abbiano una base reale in un contenuto profondo come l’amore che Dio ha rivelato in Cristo ai giovani. L’amore di Cristo è la cosa più grande che un giovane può scoprire in questa vita. – Il  Cammino Neocatecumenale ha sempre partecipato alle Giornate Mondiali della Gioventù. I giovani del Cammino hanno sempre partecipato, ragazzi che stanno facendo un iniziazione cristiana nelle loro parrocchie e nelle loro comunità, che stanno scoprendo il senso profondo del suo essere un cristiano. – Inoltre, il Cammino ebbe molto da fare all’inizio delle Giornate … – Dio ha voluto nella sua provvidenza e amore che il Cammino Neocatecumenale è stato co-fondatore delle Giornate Mondiali della Gioventù insieme con monsignor Josef Cordes quando era segretario del Pontificio Consiglio per i Laici.

Cordes ha chiesto il nostro aiuto e ci rivolgemmo a molti giovani invitandoli per la prima Giornata Mondiale della Gioventù. Il Signore ci ha mostrato la grande importanza che significa portare i giovani a Cristo. – Come rispondono i giovani alla chiamata a partecipare a tali incontri? – Ogni anno molti giovani hanno partecipato e hanno avuto grandi risultati. Abbiamo visto per esperienza che lo Spirito Santo infonde una grazia speciale per ascoltare il Papa in questa conferenza.

Come il Cammino ha preparato i giovani per questa Gmg? – In preparazione di questa giornata ha organizzato un incontro presso lo Stadio Esprit Arena di Dusseldorf (Germania) lo scorso 29 maggio a cui hanno partecipato 25.000 persone giovani de Cammino Neocatecumenale in Europa. Prima, abbiamo fatto un pellegrinaggio in tutte le piazze per invitare i giovani dalla Germania per venire a Madrid. La nostra sorpresa fu grande quando si vedevamo che giovani tedeschi ascoltavano e rimanevano colpiti nel vedere tanti giovani provenienti da Italia, Spagna, Croazia, Olanda, Inghilterra, ecc. cantando per le strade e invitandoli a partecipare alla GMG con il Papa. Questo ci ha portato a pensare che fosse molto importante per fare lo stesso poco prima di arrivare a Madrid. In preparazione per l’incontro con il Papa, abbiamo chiesto ai giovani di scegliere una città o villaggio in Europa, e dare testimonianza di ciò che Gesù Cristo significa nella tua vita, il bene che stanno facendo. Andranno nelle strade piazze, case, ospedali … non per fare proseliti, ma per testimoniare la meraviglia di Gesù Cristo oggi vivo nella loro vita vita.

Il Cammino chiude la Giornata della Gioventù sempre con una chiamata vocazionale. Che cosa sono questi incontri? – Ogni anno abbiamo visto che era necessario per raccogliere i frutti di questi incontri con il Papa. È per questo che alla fine ci sarà una celebrazione nella quale inviteremo i giovani ad offrirsi a Gesù Cristo. La nostra sorpresa fu grande quando nei primi incontri quasi un migliaio di giovani si alzarono per entrare in seminario,  perciò ci ha portato a ripeterlo in ogni Giornata Mondiale della Gioventù. Questo  il Papa lo sa ed è molto felice. Quest’anno lo faremo in Plaza de Cibeles, il 22 e speriamo molti giovani si alzino per entrare nei seminari e ragazze nei monasteri di clausura.
fonte: http://www.camineo.info/news/153/ARTICLE/16459/2011-08-17.html

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + 14 =