GMG Madrid: Incontro vocazionale dei giovani neocatecumenali

Continua la rassegna stampa con l’articolo pubblicato dall’Osservatore Romano:

Circa duecentomila giovani del movimento del Cammino neocatecumenale provenienti da un centinaio di Paesi si sono dati appuntamento lunedì sera in Plaza Cibeles, a Madrid, per un incontro vocazionale. Sono gli stessi giovani che hanno partecipato alla Giornata mondiale della gioventù 2011, presieduta nella capitale spagnola da Benedetto XVI. Molti dei ragazzi — soprannominati in Spagna «kikos» dal nome del fondatore del movimento, Kiko Argüello — sono arrivati soprattutto, oltre che dalla Spagna, da Francia, Italia, Polonia, Germania, Romania e un centinaio anche dall’Egitto.

Testimoni di una fede profonda, vissuta con entusiasmo, i giovani pellegrini hanno continuato a riempire le strade di Madrid annunciando Gesù Cristo attraverso la loro esperienza e invitando i giovani spagnoli ad avere fede in Dio.

Annunciare il Vangelo — hanno spiegato alcuni giovani neocatecumenali — «consiste nel dire alle persone che se hanno la fiducia di legarsi a Dio la loro vita sarà sicuramente migliore e avrà certamente un senso. È il problema della nostra generazione che, purtroppo, spesso vive senza Dio: quanti suicidi ci sono ogni giorno nel mondo? Quante persone fanno uso di sostanze stupefacenti e di alcol? E tutto questo, per cosa? Perché cercano un senso alla loro vita».

L’incontro ha avuto luogo proprio attorno al palco, a Plaza Cibeles, dal quale il Papa ha celebrato domenica scorsa l’eucaristia durante la Giornata mondiale della gioventù, in mezzo a centinaia di migliaia di giovani pellegrini.

Lunedì, la polizia ha dovuto nuovamente interrompere il traffico nel cuore della città attorno al luogo del raduno. La cerimonia, alla quale hanno preso parte cinque cardinali e cinquantanove vescovi, è stata presieduta dal cardinale arcivescovo di Madrid, Antonio María Rouco Varela.

Durante l’omelia, il porporato ha voluto ricordare ai giovani presentii frutti del magistero di Benedetto XVI. «Al Papa — ha sottolineato l’arcivescovo di Madrid — gli vogliamo dire che siamo disposti a dire “sì” a Cristo».

L’incontro vocazionale è stato preceduto dall’ascolto di una celebrazione sinfonico-catechetica dal titolo: «El sufrimientos de los inocentes » («La sofferenza degli innocenti »). L’incontro ha rappresentato anche una ulteriore possibilità per molti ragazzi di verificare la loro vocazione per il sacerdozio e per la vita consacrata. Tra i presenti, oltre a Kiko Argüello, anche gli altri due iniziatori del Cammino neocatecumenale, Carmen Hernández e padre Mario Pezzi.

L’incontro vocazionale di Plaza Cibeles fa seguito a quello, qualche mese fa, di Dusseldorf, in Germania, al quale hanno preso parte più di venticinquemila ragazzi in preparazione della Giornata mondiale della gioventù di Madrid 2011. Il movimento dei neocatecumenali è presente in oltre cento Paesi del mondo.

(da L’Osservatore Romano – 24 agosto 2011, pag. 7)

 

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − sette =