Da maestra di scherma a maestra di novizie: l’esperienza di una giovane del cammino

15 anni fa, Leticia, un giovane di Burgos, ha deciso di cambiare l’abito bianco di campione di scherma in abito bianco delle Suore Domenicane di Lerma. Leticia oggi è Suor Maria di Cristo Crocifisso, maestra delle novizie. Leticia è nata nel 1977 in una famiglia borghese. I suoi genitori si recavano a messa, assicurandosi che i loro figli frequentassero il catechismo. “A dodici anni ha lasciato la parrocchia, la Messa era come un piccolo teatro”, racconta al giornalista Jesus Garcia nel suo recente libro di testimonianze “Cosa fa  una ragazza come te in un posto come questo?”.

Giovane e distaccata dalla Chiesa, Leticia si dedicò nello sport. “Il mio cuore era in cerca di successo. Ho sentito dentro di me una grande cosa da dare, e la Chiesa tagliava le mie ali. Iniziò a praticare la scherma e questo sport le ha dato i maggiori successi, ma continuava a sentire un grande vuoto interiore. È stata tre volte campione di Spagna e fu  selezionata per le Olimpiadi. “Quegli anni sono stati relativamente molto soddisfacenti. Arrivavo ​​in albergo dopo aver vinto e mi sentivo vuota. La gente mi ha fatto credere che ero io Dio, ma non lo ero, “dice. A quel punto Leticia ha deciso di unirsi a una banda rockabillys. “Abbiamo indossato giacche di pelle e cinture borchiate con fibbia”. E ‘stata una vita di combattimenti, le droghe e l’alcool, ma non davano la pienezza. Poi un’ amica le raccontò di una visita che aveva fatto ad alcune suore di clausura, fu sorpresa dalla felicità mostrata sui loro volti. E Leticia visitò il convento per vederlo. “Erano felici non avendo nulla, quando io che avevo tutto non lo ero” Poco dopo, mentre ballava in una discoteca, ha cominciato a sentirsi male, uscì e trovò una chiesa. Entrò. “E ‘stata la prima volta  che ho sperimentato che in là, in una chiesa, c’era qualcosa, era una buona cosa che mi ha dato pace”. Leticia pensò che doveva lasciare quella vita e ritornare alla Chiesa. “In mezzo a tutto ciò  passò Dio e nulla si potrebbe confrontare. Abbandonai la scherma per braccia amorose che ti accolgono “, dice alla “RAGIONE”.

Il successo di Leticia cresceva e le fu chiesto di andare alle Olimpiadi di Atlanta, ma lei aveva già deciso di lasciare tutto. Incontrò dei giovani Neocatecumenali ed entrò in una comunità. Dopo un pò sentiva che doveva fare un’esperienza con le suore Domenicane di Lerma. “Li sentii un amore assoluto che mi riempiva. Ho incontrato una persona che mi amava per quello che ero, mi incontrai con Dio “, dice alla Ragione. L’8 settembre 1995 la schermitrice di successo entrò nel convento domenicano di Lerma. Oggi ha 33 anni ed è la maestra delle novizie del convento. Conserva ancora tutte le sue spade e qualche volta fa una dimostrazione di scherma alle novizie del convento.

 

fonte: http://www.neocatecumenalesnavarra.com/index.php?lugar=Noticias&idNoticia=6

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + dieci =