Sei famiglie in missione in Giappone continuano con normalità la loro missione

Un totale di sei famiglie numerose di Valencia, appartenenti al Cammino Neocatecumenale, attualmente in Giappone, “continuano a frequentare e coordinare progetti di aiuto diversi per l’evangelizzazione del Paese  nonostante la situazione in cui il paese si trova”,  riporta l’Arcivescovo in un comunicato.


Il signor Alfredo Andres, già da 20 anni presente nella città di Fukuoka con la moglie e i cinque figli, nel sud del paese  (provincia di Chiba), ha spiegato che il disastro sta causando una “grande solidarietà che si apprezza nelle strade, dove stanno facendo collette, raccolta di aiuti e fondi per le vittime “.

Alfredo Andrés dirige in Giappone nove scuole di lingua e ha affermato che nella zona più vicina al disastro, nella prefettura di Niigata, a 200 chilometri dalla centrale nucleare di Fukushima, “tutto funziona più o meno come normale”  anche se “ci sono state alcune interruzioni di corrente, ma era stato previsto”.

“La maggior parte delle persone vivono qui abbastanza normalmente, noi compresi”, ha detto Alfredo Andres, che ha dichiarato di avere “la sensazione che molti media stranieri stanno esagerando la situazione a causa del sensazionalismo che vende sempre di più”.

Andrea appartiene con la sua famiglia alla parrocchia di San Tommaso Apostolo a Valencia. Le altre famiglie in missione a Tokyo e Valencia, provengono dalle parrocchie di San Isidoro e l’Epifania del Signore, e nel caso della capitale valenciana,  dalla Madonna Addolorata.

 

fonte: http://www.neocatecumenalesnavarra.com/?lugar=Noticias&idNoticia=157

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 4 =